Sono qua i droidi che state cercando....
Per gli operatori sanitari la questione del vaccino influenzale è diversa? si fa anche per proteggere il paziente? oppure è completamente inutile? Lo chiedo perchè quest'anno la mia facoltà ha voluto vaccinare tutti gli studenti di medicina per "non rappresentare un rischio per i pazienti e non perdere giorni di studio". A me è restato il dubbio sull'utilità della cosa.
Anonimo

È proprio quello che dicevo prima: il personale sanitario diventa vettore primario di infezione virale e mentre noi possiamo cavarcela con una settimana a letto, un paziente con insufficienza respiratoria o altre patologie debilitanti può tirarci il calzino.

*quel follower se ne sarà andato perché ho chiamato dio con il suo nome o perché ho mangiato un delfino?*

kitchenbrain:

Una selezione di miei foodporn salati in avvicinamento all’ora di pranzo…

  1. Pasta fredda al tonno, rucola, scaglie di grana e pesto fresco
  2. Spuma di mortadella e riduzione di grappa, con pistacchi
  3. Cubi di calamaro gigante con peperoni e cipolla caramellati
  4. Focaccia d’impasto madre al prosciutto e crescenza
  5. Filettino di maiale arrosto con carciofi fritti e purè di zucca
  6. Ossobuco di cosciotto di maialino al cartoccio, spiedo di coppa croccante e patate novelle arrostite più cipolline miele e birra
  7. Bis di mare: Calamaretti zucchine e fiori su pane abbrustolito e moscardini in umido al pomodoro e olive su crema di patate
  8. Cartoccio di frutti di mare al profumo di anice
  9. Risotto alla milanese con briciole di pelle croccante di cappone e quenelle di burro montato alle cipolle dolci e spumante
  10. Melanzane ripiene al tonno, basilico e pomodorini con pane condito tostato

Buona pausa pranzo!

vostro Kitchenbrain.

(perdoni se l'ha già scritto) e il vaccino antiinfluenzale invece? Posso evitarmelo?
Anonimo

Vedi, il vaccino antiinfluenzale è veramente una grossa mossa economica, ma non delle case farmaceutiche, piuttosto dei datori di lavoro: tranne i casi in cui un’influenza può mettere a repentaglio la tua vita (anzianità, malattie respiratorie, malattie immunitarie, personale sanitario che non deve propagare il virus tra i pazienti) il vaccino serve a evitare che una persona perda giorni lavorativi e infatti spesso è fornito gratuitamente dall’azienda.
Negli altri casi è ben specificato dal SSN che è a pagamento, poiché non vi è nessuna indicazione di utilità.

Buongiorno Doc, un paziente 64enne che abbia subito un pesante infarto (conserva il 30% del cuore "sano"), sviluppando uno scompenso cardiaco, con in aggiunta un solo rene funzionante fin dalla nascita (l'altro è "atrofizzato") ha comunque buone prospettive di vita seguendo le prescrizioni mediche: farmaci, regime alimentare e attività fisica? Aggiungo che a causa di un problema di aritmia è probabile un intervento per un peacemaker. Grazie.
Anonimo

Insomma…

Diciamo che quell’unico rene se lo deve tenere MOLTO buono e quando si parla di dieta e attività fisica si intende una dieta FERREA e un’attività fisica veramente MOLTO moderata.

Lei è di Viareggio, avrà sentito migliaia di mamme urlare "non fare il bagno hai mangiato da poco" e ora come facciamo con quelli che dicono "fare il bagno dopo mangiato non fa male"?
Anonimo

Ho parecchi altri ask come questo…

Mia mamma non mi ha fatto mai toccare l’acqua se non erano passate tre ore dal pranzo e un’ora e mezza dalla merenda, ma quando non guardava entravo in acqua che ancora stavo finendo di masticare.

Non andare in acqua dopo mangiato sennò ti viene una 'congestione'
DIO SBRANATO CAN, NO!
NON ESISTE COME TERMINE RIFERITO ALLA DIGESTIONE!
Se hai mangiato del maiale crudo marinato nel lardo agliato e poi ti getti in un buco fatto nella banchisa artica, semplicemente il tuo organismo preferisce dedicare i suoi sforzi ad evitarti un’ipotermia piuttosto che a digerire e quindi il pasto ti si pianta sullo stomaco.
Non svieni, non hai una congestione, non muori perché il sangue va allo stomaco e non al cervello… rutti porco agliato fino all’ora di cena.

Se poi siete degli stronzi obesi con l’agilità e la galleggiabilità di un ferro da stiro, non è colpa di quello che avete mangiato se Poseidone Ennosigeo si prenderà il vostro culo.

itcouldbeworseitcouldberaining:

soggetti-smarriti:

3nding:

comeandaresullalunainfiatuno:

Comunque sabato scorso uscendo da un ristorante, qualcuno di mia conoscenza ha detto ravioli al posto di tortelli e 3nding ha cominciato a sacramentare che pareva di stare con Kon e trovandoci ad un passo a duemila metri, le bestemmie hanno risuonato per tutta la vallata.
In realtà credo che in Valtellina si senta ancora l’eco.

Basta poco.

Che ce vò?

In effetti ci vuole poco: un martello che dal chiodo devia sul dito, una suora che ti lascia un santino sotto la porta dell’ambulatorio, UN PORCODDIO DI DEFICIENTE CHE DIOCANE DEL LADRO DI GESÙ BAMBINO INFRADICIATO DAGLI STARNUTI DI MILLE MADONNE TUBERCOLOSE CONFONDE I RAVIOLI CON I TORTELLI…

The Untold Tales of Nonna (#4)

ze-violet:

autolesionistra:

(segue da #1#2, #3)

Restano due domande nell’aria.
La prima ha risposta deludente:

"E i partigiani?"
"Partigiani? Non sapevo neanche cosa fossero, dopo la guerra ci dissero che c’erano e che a *** [paesone vicino a quello di mia nonna] ce n’era un gruppo, ma lì da noi, l’hai visto il paese, eravamo quattro case."

L’altra domanda forse d’interesse è dov’era mio nonno in tutto ciò:

Nel fresco gennaio del 1940 mia nonna accompagnò una sua cugina ad una festa in paese (“io la chiamo festa ma era una baracca di legno con un’orchestrina”) incontrando un aitante diciottenne di un paese vicino e fra danze e chiacchiere fecero come da copione mormorare la gente.

Una settimana dopo, in occasione di altra festa al paese dell’aitante diciottenne, mia nonna si appalesò (“sempre con la scusa di accompagnare la cugina se no noialtri di feste… pochine”) nella speranza di trovarlo. Palo.
In quella intensa settimana a mio nonno arrivò cartolina fatidica ed era già partito per breve sosta in caserma emiliana per poi essere spedito in Libia al confine con l’Egitto. Tirava già un’aria frizzantina ma ufficialmente in quel periodo l’Italia era neutrale (la dichiarazione di guerra a Francia e Gran Bretagna arrivò a giugno).

In tutto ciò si continuarono a scrivere con mia nonna, compatibilmente con le sue vicissitudini, tipo essere catturato dagli inglesi. Che, bontà loro, offrivano ai prigionieri disposti a lavorare pratici soggiorni lavorativi in qualche anfratto della Gran Bretagna (tipo alle Orcadi) mentre a chi si rifiutava (tipo mio nonno) finiva in prigioni Indiane.
Ricapitolando si fece qualche mese in Libia da soldato, Egitto e Palestina in campi di prigionia e India in prigione per un totale di 6 annetti che manco ci voglio pensare.
Scrisse buona parte dei suoi trascorsi bellici in un diario che riuscì a riportarsi dall’India e che poi mio padre ha trascritto, ma questa è un’altra storia.
Si seppe che era tornato solo dopo qualche mese che era ricoverato in ospedale per quella roba che ora si chiama disturbo da stress post traumatico ma all’epoca avevano brillantemente diagnosticato come schizofrenia.

Si ritrovò con mia nonna dopo tanta corrispondenza ed essersi visti di fatto una volta sola. Una di quelle storie che potete leggere in chiave romantica o bollare come dinamiche da paesino se siete aridi dentro.

おわり

…poi arriva autolesionistra e penso che vale tutto pur di stare qui per leggervi.

:)

Mi può sfatare alcuni miti sui vaccini? 1) Le case farmaceutiche lo fanno solo per guadagnare soldi! 2) Le case farmaceutiche lo fanno solo per avere persone perennemente malate e quindi per fare più soldi! 3) Gli studi fatti sono pilotati dalle case farmaceutiche!
Anonimo
  1. Le case farmaceutiche non sono istituti di beneficenza, certo che lo fanno per soldi: ci vogliono nuotare e pulircisi il culo, con i soldi.
  2. Le cause farmaceutiche (che, ricordo, coi soldi vogliono potercisi pulire il culo) hanno capito che coi vaccini si possono fare un sacco di soldi e che avere gente che muore di morbillo, tetano, meningite o neonati deformi per la rosolia non è parimenti redditizio*.
    Il fatto che loro ci facciano soldi e io e la mia famiglia non rischiamo la salute con queste malattie esantematiche, mi pare uno scambio equo.
  3. Certo. Alcuni.
    Un po’ come i produttori di chewing gum che dicono che lo xilitolo previene la carie.
    Ma la realtà scientifica è che i vaccini riducono la mortalità infantile e non ho voglia di linkare le diecimigliaia di studi seri se poi il primo cretidiota dotato di google cerca 'vaccine autism' e poi urla LO SAPEVO!

*Una banale prova del nove è che le lobby del farmaco guadagnerebbero molto di più con l’interferone e invece producono il vaccino per l’Epatite B, fortunatamente obbligatorio, il cui utilizzo ci permetterebbe di eradicare in poco tempo una malattia che miete centinaia di miglia di vittime ogni anno.

Ciao Dottore! Vorrei sapere di più su "Apc resistance", ho già cercato su internet cos'è ma non ho trovato nulla di chiaro. Grazie !
Anonimo

Per la coagulopatia nota come 'Resistenza alla proteina C attivata' chiediamo a gianlucavisconti, che ci parlerà di epidemiologia, diagnosi e prognosi. 

Sono una donna, ho 20 ed ho le basette. Che faccio? A parte fare qualche provino per la parte in Wolverine in qualche film, dico.
Anonimo

Se però mi rubi le battute che ti rispondo a fare?

Puoi pensare di rompere il maialino e farti una depilazione laser definitiva, seria e da un dermatologo…però il maialino deve essere bello grosso.

Buonasera DOC sto sbroccando da mesi per via della pressione che raramente arriva a 100 max e 70 min fatte analisi del sangue tutto perfetto tranne mch leggermente basso 26 la sideremia a 123 ferritina 42 transferrina 227 faccio cicli di ferro di 10 giorni al mese ma continuo ad essere pallida e fiacca in maniera imbarazzante l' unica soluzione del medico e' stata possibile depressione (?!?!?!?!?) io ho pensato al peso ma bene o male sono sempre stata magrolina secondo lei come ne esco?
Anonimo

Vivendo la tua vita estiva di donna mestruata con accettazione.

Se gli esami ematici non evidenziano infezioni o infiammazioni, la tua è la condanna delle figlie di Eva.

Doc. che sapore ha un delfino? alcune marche di di tonno in scatola si fregiano di utilizzare un tipo di pesca che non tira su anche i delfini ... come faccio a sapere se ne ho mai mangiato uno? e se mi è piaciuto? magari si potrebbe mettere su un commercio di delfini d'allevamento in scatola! (oltretutto i delfini mi stanno sul cazzo)
Anonimo

Il delfino è buonissimo, cioè, da bambino mi faceva molto schifo come tutto il resto del pesce ma l’equazione vuole che se adesso divoro tutto ciò che ha branchie¹ , anche quello non doveva essere niente male.²

Vengo da una famiglia di pescatori e l’ipocrisia negli anni ‘70 non era economicamente conveniente: quando mio nonno trovava dei delfini morti nelle reti, ci faceva il musciame per i tempi di magra.³

¹ Non rompetemi il cazzo sul fatto che i delfini non hanno le branchie.
² Non l’ho più mangiato dal 1977 quindi non rompetemi il cazzo.
³ Non rompetemi il cazzo con flame inutili sui mammiferi intelligenti.

Dotto', pensa che la pornografia possa dar dipendenza?
Anonimo

Ti posso rispondere con l’altra mano?